Modificato l’allagato al DPCM per i codici ammessi, dentro anche la manutenzione del verde

11 Apr 2020 | Associati danni florovivaismo Florovivaisti Normativa Nazionale

Ammesso il codice per la manutenzione del verde 81.30 ma un occasione persa per la vendita al dettaglio

Con le modifiche apportate all’allegato al nuovo DPCM si fa finalmente chiarezza per la manutenzione del verde. Si potrà tornare a fare gestione del verde, in condizioni di sicurezza, e mantenere sia il verde pubblico che privato con benefici per le comunità e per le pubbliche amministrazioni che non vedranno deperire i propri capitali verdi.

Per il presidente Aldo Alberto si è fatta chiarezza su un tema importante per il benessere delle persone e ristabilito un principio di priorità che assegna alle piante il valore sociale e ambientale che hanno. La modifica all’allegato però poteva essere anche l’occasione per fare chiarezza sulla possibilità di vendita al dettaglio di piante e fiori che, invece, resta nel limbo delle interpretazioni. Un occasione mancata insomma, per ristabilire una situazione chiara che ci eravamo impegnati a segnalare al Ministero nei giorni passati. Ancora oggi, infatti, con le diverse interpretazioni e le maggiori restrizioni di emergenza invocate da diverse regioni, tra cui Lombardia e Veneto, c’è ancora molta confusione e diverse sono le segnalazioni di multe e verbali che giungono all’associazione Florovivaisti Italiani.

La FAQ della Presidenza del Consiglio e le rassicurazioni della Ministra Bellanova, purtroppo, non sono state risolutive. Eppure sarebbe bastato aggiungere il codice per la vendita al dettaglio di fiori e piante, vista l’occasione del nuovo allegato, conclude Aldo Alberto.

Scarica il nuovo DPCM decreto-10-aprile

Condividi

associazione codici ATECO coronavirus florovivaismo iononmiarrendo manutenzione del verde

Copyright © 2019 Associazione Florovivaisti Italiani, All Rights Reserved. cf: 96412290585 - Made with ❤︎ by iBlend